LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

sabato 30 novembre 2019

Il Natale non ha Origini Pagane, Celebrato Prima del Sol Invictus


L’origine pagana del Natale, una leggenda. Lo storico W.J. Tighe spiega che il culto pagano del Sol Invictus venne istituito da Aureliano nel 274 d.C., dopo che i cristiani indicarono nel 25 dicembre la nascita di Gesù. Furono i pagani a copiare dai cristiani.

di William J. Tighe*
*docente di Storia presso il Muhlenberg College (Pennsylvania)
da Touchstonemag, 25/12/13

 

Anche molti cristiani credono che il cristianesimo celebri la nascita di Cristo il 25 dicembre perché i Padri della Chiesa si sarebbero appropriati della data di una festa pagana, quella del Sol Invictus. Pochi danno reale importanza a questo fatto, tuttavia è interessante sapere che la scelta del 25 dicembre è il risultato dei tentativi dei primi cristiani di indicare la data della nascita di Gesù basandosi su calcoli del calendario che non avevano nulla a che fare con le feste pagane.

Avvenne piuttosto il contrario. La festa pagana del Sol Invictus fu istituita dall’imperatore romano Aureliano il 25 dicembre 274, quasi certamente un tentativo di creare un’alternativa pagana ad una data che già godeva di una certa importanza per i cristiani romani. Per questo “le origini pagane del Natale” sono un mito senza fondamenta storiche.

Origini pagane del Natale, da chi arriva questa tesi?

L’idea che la data sia stata “rubata” ai pagani risale a due studiosi tra la fine del 17° e l’inizio del 18° secolo. Il primo è Paul Ernst Jablonski, un protestante tedesco, il quale intendeva dimostrare che la celebrazione della nascita di Cristo del 25 dicembre era una delle tante “paganizzazioni” del cristianesimo che la Chiesa del IV secolo aveva adottato, come una delle tante “degenerazioni” che avrebbero trasformato il puro cristianesimo apostolico in cattolicesimo. L’altro è Dom Jean Hardouin, un monaco benedettino, il quale invece cercò di dimostrare che la Chiesa cattolica aveva adottato feste pagane per scopi cristiani, senza paganizzare il Vangelo. Nel calendario giuliano, creato nel 45 a.C. sotto Giulio Cesare, il solstizio d’inverno cadeva il 25 dicembre e, pertanto, Jablonski e Hardouin trovarono chiaro che questa data doveva necessariamente contenere un significato pagano prima che venisse cristianizzata.

Eppure tale data non aveva mai avuto alcun significato religioso nel calendario festivo pagano in tempi precedenti ad Aureliano, ed il culto al sole non giocò mai un ruolo importante a Roma prima del suo arrivo. C’erano due Templi del sole a Roma. Uno di essi (gestito dalla famiglia in cui Aureliano nacque o venne adottato) celebrava la sua festa di consacrazione il 9 agosto, mentre nell’altro si festeggiava il 28 agosto. Tuttavia, entrambi questi culti caddero in disuso nel II° secolo, quando i culti solari orientali -come il mitraismo-, iniziarono a guadagnare adepti a Roma. In ogni caso, nessuno di questi culti, vecchi o nuovi che fossero, aveva festività legate a solstizi o equinozi.

Catechismo Apologetico. 465 Risposte a 465 Domande sulla Fede



450 risposte a 450 domande di Padre Giulio Maria Scozzaro

☩︎

Prefazione


L'invito a Padre Antonio di scrivere questo libro, quando era professore di Teologia di Padre Giulio Maria, è sorto perché questi pensava ai tantissimi fedeli che conoscono pochissimo sulla Fede Cattolica. Padre Antonio, efficace predicatore, zelante Sacerdote e, soprattutto, fedele all'insegnamento del Papa, insegnava Dommatica in Teologia. Padre Giulio Maria gli propose di scrivere un libro sulle Verità della Chiesa Cattolica, a beneficio dei fedeli. Ma fu lui ad invitare Padre Giulio Maria a scriverlo insieme, cioè, doveva essere Padre Giulio Maria a porre delle domande per ottenere le sue risposte. L'invito iniziale posto a Padre Antonio, era quello di scrivere un compendio della Dottrina Cattolica, per dare la possibilità di conoscere con chiarezza ciò che la Chiesa Cattolica professa.

Più che domande da teologo, ha voluto porre quelle domande che porrebbero anche i semplici fedeli, coloro che conoscono poco per vari motivi la Dottrina Cattolica. Padre Giulio Maria si è calato nei panni di tanti fedeli che vivono marginalmente la propria Fede o, magari, hanno avuto poca possibilità di approfondirla. Ha cercato di porre le domande che lasciano tanti interrogativi tra i fedeli, mettendosi al posto di coloro che, appunto, non trovano ancora risposte ai tanti dubbi.

Audio - Sant'Andrea Apostolo

Biografia dialogata da Cristian Messina

 

Cos’anno in comune un passaggio a livello del treno, le bandiere della Scozia, del Regno Unito, di Tenerife e della Marina russa, e addirittura un metodo chimico? La croce “decussata”, cioè a forma di “X”. Vediamo allora l’origine di questa strana croce...





Serie Tv - I Racconti di Padre Brown


I racconti di padre Brown è uno sceneggiato televisivo prodotto dalla RAI nel 1970 e diretto da Vittorio Cottafavi. La riduzione televisiva, curata da Edoardo Anton, era tratta dagli omonimi racconti dello scrittore inglese Gilbert Keith Chesterton.

Il formato originario è quello della miniserie televisiva composta da sei puntate, che vennero trasmesse in prima visione dal canale nazionale RAI dal 29 dicembre 1970 al 2 febbraio 1971.

La fiction incontrò un grande successo di pubblico (una puntata totalizzò circa 21 milioni di spettatori) grazie soprattutto alle qualità dei due attori protagonisti: Renato Rascel, perfetto (anche fisicamente) nel ruolo di padre Brown e Arnoldo Foà, nei panni di Flambeau, l'inafferrabile ladro convertito e riportato sulla retta via da padre Brown fino a diventarne il fidato e validissimo compagno di avventure.

venerdì 29 novembre 2019

Croci e Nomi di Martiri Cristiani nel Deserto dell'Arabia Saudita

Paysage de Jabal Kawkab près de Hima. Photo MAFSN

Chi l'avrebbe mai detto? Croci e nomi di martiri cristiani nel deserto dell'Arabia Saudita. Oltre un chilometro di iscrizioni su roccia, risalenti alla fine del V secolo, in una lingua "nabateo-araba", che è una sorta di aramaico locale. Li ha scoperti la missione archeologica franco-saudita diretta da Frédéric Imbert, docente dell'università di Aix-Marseille, che ha presentato i risultati all'università americana di Beirut.

La carte de l’Arabie saoudite.
 Il luogo del ritrovamento dei simboli e dei nomi graffiti sulle rocce (definiti da Imbert una "pagina di storia degli arabi e del cristianesimo") è noto come Bir Hirma o Abar Hima e si trova nella zona del Jabal Kawkab ("monte della stella") nel sud dell'Arabia Saudita, emirato di Najran.














Détail d’une inscription nabatéo-arabe de Hima (Arabie). Photo MAFSN
E questo non sorprende gli storici. Proprio qui furono sterminati i "martiri di Najran", di cui dà notizia il Libro degli Himairiti. L'eccidio fu ordinato dal sovrano Yusuf (Dhu Nuwas), usurpatore del trono himairita.








Fouilles de Najrân



 Ma le persecuzioni erano già iniziate all'epoca del regno di Shurihbil Yakkuf, che governò il sud dell'attuale Arabia dal 470 al 475. E proprio a quel periodo risalirebbero le iscrizioni scoperte nel deserto. Il cristianesimo si era diffuso nella penisola arabica a partire dal IV secolo, ma la sua propagazione conobbe nuovo impulso nel VI secolo grazie a missionari persiani e siriaci.

Furono i cristiani sopravvissuti ai massacri di Yusuf ad appellarsi al re d'Etiopia, che rovesciò lo sterminatore e instaurò un regno cristiano. Ma il suo splendore fu breve: stava per nascere l'islam, che in quei deserti avrebbe scritto tutta un'altra storia.





giovedì 28 novembre 2019

Film - Il Vangelo Secondo Matteo (1964)


Riproposizione fedele al Vangelo di Matteo della vita di Gesù Cristo, dall'annunciazione a Maria della nascita del figlio di Dio, al matrimonio con Giuseppe e la fuga in Egitto per sfuggire ad Erode ed alla strage degli innocenti.
 
Divenuto adulto Gesù affronta le prove nel deserto, e dopo quaranta giorni di tentazioni, prosegue per la Palestina, in compagnia degli Apostoli a predicare il suo verbo, compiendo miracoli.
 
Processato da Ponzio Pilato, viene condannato alla crocifissione e la resurrezione conclude la sua vita terrena.


ANNO
1964

PAESE




REGIA
Pier Paolo Pasolini

ATTORI
Enrique Irazoqui, Margherita Caruso, Susanna Pasolini, Marcello Morante

mercoledì 27 novembre 2019

Cartone Animato - Gesù. Un Regno Senza Confini


La storia di Gesù tratta fedelmente dal Vangelo. Un'opera assolutamente unica: la storia della vita di Gesù nerrata in modo educativo, piacevole e nello stesso tempo fedele ai testi sacri. Tutti gli episodi di una vita meravigliosa che in 33 anni ha segnato il cammino dell'uomo: dalla nascita nella povertà di Betlemme, alla gloria della resurrezione. I grandi temi nel cuore di tutti fanno di questo film animato un supporto educativo che di certo entusiasmerà i bambini e li conquisterà.

Lista Serie TV

A.D. Anno Domini

Atti degli Apostoli 

Barabba

Chiara e Francesco

Don Matteo

Francesco

Gesù di Nazareth

Giovanni Paolo II

I Racconti di Padre Brown

Jesus

L'inchiesta - Anno Domini XXXIII

Lourdes

Mosè

Papa Luciani - Il Sorriso di Dio

Quo Vadis?

 

 

In Aggiornamento... 



martedì 26 novembre 2019

San Leonardo da Porto Maurizio - Meditazione sul Fine dell'Uomo


In occasione del suo viaggio in Angola, papa Benedetto XVI ha rilevato un'obiezione spesso fatta ai missionari del Vangelo: «Perché non lasciamo gli altri in pace? Essi hanno la loro verità ; e noi, la nostra. Cerchiamo di convivere pacificamente, lasciando ognuno com'è, perché realizzi nel modo migliore la propria identità ». Il Papa ha risposto: «Se noi siamo convinti e abbiamo fatto l'esperienza che, senza Cristo, la vita è incompleta, le manca una realtà – anzi la realtà fondamentale –, dobbiamo essere convinti anche del fatto che non facciamo ingiustizia a nessuno se gli presentiamo Cristo e gli diamo la possibilità di trovare, in questo modo, anche la sua vera autenticità, la gioia di avere trovato la vita. Anzi, dobbiamo farlo, è un obbligo nostro offrire a tutti questa possibilità di raggiungere la vita eterna» (Omelia nella chiesa di São Paulo di Luanda, 21 marzo 2009). Tra i predicatori che hanno preso sul serio questo dovere di annunciare la salvezza a tutti è San Leonardo da Porto Maurizio.


☩︎

San Leonardo da Porto Maurizio - Meditazione sul Fine dell'Uomo

Ora, «Dio ci ha creati per conoscerlo, servirlo e amarlo, e così giungere in Paradiso... La beatitudine promessa ci pone di fronte alle scelte morali decisive. Essa ci invita a purificare il nostro cuore dai suoi istinti cattivi e a cercare l'amore di Dio al di sopra di tutto. Ci insegna che la vera felicità non si trova... in alcuna creatura, ma in Dio solo, sorgente di ogni bene e di ogni amore... Il Decalogo, il Discorso della Montagna e la catechesi apostolica ci descrivono le vie che conducono al Regno dei Cieli» (Catechismo della Chiesa Cattolica, CCC, 1721-1724). Il Signore Gesù è venuto a rivelare agli uomini l'amore infinito del Padre che vuole che tutti siano salvati e partecipino alla sua vita divina in Cielo, ma Egli insiste anche sul fatto che gli uomini saranno giudicati secondo le loro opere e che coloro che non muoiono nell'amicizia divina non possiederanno la vita eterna. «Gesù parla ripetutamente della geenna, del fuoco inestinguibile, (cf. Mt 5,22.29; 13,42.50; Mt 9,43-48) che è riservato a chi sino alla fine della vita rifiuta di credere e di convertirsi, e dove possono perire sia l'anima che il corpo (cf. Mt 10,28). Gesù annunzia con parole severe che egli manderà i suoi angeli, i quali raccoglieranno (...) tutti gli operatori di iniquità e li getteranno nella fornace ardente (Mt 13,41-42), e che pronunzierà la condanna: Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno! (Mt 25,41). La Chiesa nel suo insegnamento afferma l'esistenza dell'inferno e la sua eternità. Le anime di coloro che muoiono in stato di peccato mortale dopo la morte discendono immediatamente negli inferi, dove subiscono le pene dell'inferno, «il fuoco eterno». La pena principale dell'inferno consiste nella separazione eterna da Dio, nel quale soltanto l'uomo può avere la vita e la felicità per le quali è stato creato e alle quali aspira» (CCC, 1034-1035).

Serie Tv - Atti degli Apostoli


Diffondere l’amore universale e la cultura del perdono di fronte a civiltà insane, crudeli o indifferenti. È quel che gli apostoli di Gesù Cristo, dopo la crocifissione di questi e la Pentecoste, cercano di fare nei loro pellegrinaggi di città in città, di stato in stato. Diramando la parola del loro defunto (e risorto) Maestro, e fondando, con estrema difficoltà, le piccole prime comunità cristiane che saranno i focolai di una nuova era. 

Gli Atti degli Apostoli costituiscono il quinto libro del Nuovo Testamento e sono la continuazione quasi naturale del Vangelo secondo Luca, distinguendosi dal resto dei contenuti religiosi della Bibbia, in quanto offrono un particolare spaccato storico delle origini della primitiva chiesa cristiana e la descrizione dell’attività dei antichi predicatori. Rossellini prende questo materiale e ne fa una miniserie in 5 puntate, trasmessa in televisione dal 5 aprile al 4 maggio 1969, firmandola con la collaborazione di Jean-Dominique de la Rochefoucauld. 


ANNO 
1969

PAESE



REGIA
Roberto Rossellini

ATTORI
Olimpia Carlisi, Edoardo Torricella, Renzo Rossi, Jacques Dumur, Lydia Biondi, Mohamed Kouk, Mohamed Ktari




 

domenica 24 novembre 2019

La Devozione a Maria negli Antichi Papiri Egizi

Maria che allatta Gesù bambino. Il reperto è datato 400-500 d.C

Tracce dell’invocazione “Sub tuum praesidium” in fogli del 500-600 forse persino del 300 d.C 

Papa Francesco alla fine di settembre ha lanciato un «appello a tutti i fedeli, invitandoli a concludere la recita del Rosario con l’antica invocazione “Sub tuum praesídium”, e con l’invocazione a san Michele Arcangelo che ci protegge e aiuta nella lotta contro il male».

Si tratta, nel caso dell’invocazione a Maria, di una preghiera molto radicata nei cuori dei fedeli di ogni tempo e con una tradizione molto antica: le prime testimonianze si trovano in papiri scritti in greco nei primi secoli dopo Cristo, provenienti dall’Egitto.

Come sanno bene i biblisti, i papiri hanno conservato i frammenti più antichi dei vangeli, ma accanto ai testi delle Sacre Scritture gli archeologi hanno trovato anche altri reperti molto significativi per conoscere le prime comunità cristiane in Egitto: possiamo leggere preghiere, inni, invocazioni composte circa 1800 anni fa, che testimoniano la fede, ma anche la creatività, il gusto e lo stile di questi uomini.

Quali testi usavano coloro che ci hanno preceduto nell’esperienza di pregare insieme? Per esempio, fra i papiri conservati e studiati presso l’Istituto Papirologico “Girolamo Vitelli” di Firenze - che quest’anno festeggia i suoi 90 anni di storia si trova un foglio, forse isolato o forse una volta appartenente a un “libro di preghiere”, con un inno a Cristo altrimenti sconosciuto, risalente al 300-400 d.C.

Poiché il foglio è molto rovinato si leggono solo alcune parole intere, sufficienti tuttavia a capire di cosa si tratta: oltre al- l’invocazione «o Gesù Cristo», si leggono riferimenti a luce ( phos) e buio ( skoteinós), a morte ( thánatos) e bene ( agathón).

Due sono i fogli ritrovati proprio con l’antichissima preghiera che il Papa ha raccomandato per questo mese di ottobre, nota con il titolo “Sotto la tua protezione”.


Il primo si trova a Vienna, presso la Biblioteca Nazionale Austriaca, e risale al 500-600 d.C.: il foglio è incompleto e anche in questo caso in origine il libro conteneva una raccolta di preghiere. In Inghilterra, a Manchester, presso la John Rylands Library, è conservato un altro foglio, sempre con la stessa preghiera, forse ancora più ricco di fascino e mistero.

Non c’è accordo fra gli studiosi sull’epoca in cui è stato scritto e c’è chi ritiene che risalga addirittura all’epoca delle persecuzioni, prima del 300 d.C. e chi pensa invece sia anche di molto successivo all’arrivo degli Arabi in Egitto (dopo il 700 d.C.).

Il testo è rovinato e incompleto, ma si leggono abbastanza chiaramente le lettere in maiuscolo che compongono la parola theotóke, “Madre di Dio”, uno degli appellativi più significativi di Maria: «colei che ha generato Dio», reso perfettamente dal latino Dei Génetrix. Ad accompagnare le parole per pregare è bello trovare anche immagini suggestive: nel mondo antico i papiri non erano usati solo per scrivere, ma anche per disegnare.

E allora costituisce una testimonianza di immensa tenerezza un disegno, di Maria che allatta Gesù bambino anch’esso conservato a Firenze. Il reperto è stato datato al 400-500 d.C. e perciò si tratta forse della rappresentazione più antica della cosiddetta “Madonna lactans”, un’iconografia che avrà una grande fortuna nell’arte dei secoli a venire.

Basti pensare alla diffusissima figura della “Madonna del latte”, di cui un’immagine famosa e molto venerata è conservata nel Duomo di Milano. Per tornare in Egitto, non è un caso che proprio da qui abbia cominciato a diffondersi questo particolare e umanissimo tema di Maria che allatta il piccolo Gesù: per secoli il popolo egiziano aveva avuto familiarità con le rappresentazioni della dea Iside che allattava Horus bambino, un tema assai ricorrente nell’arte già all’epoca dei faraoni.

.......... Proprio in Egitto all’epoca dei papiri, nel 451, la Chiesa egiziana si staccava da Roma e la divisione continua fino ai nostri giorni.........

                                                                   
Ricercatore dell’Istituto papirologico “G. Vitelli” di Firenze



Pdf - L'Inferno C'è!


Pdf - L’inferno c’è! - Don Giuseppe Tomaselli


Anima cristiana
non farti del male!
Se ti ami…
non aggiungere
peccato a peccato!
Tu dici:
“Dio è misericordioso!”
eppure,
con tutta questa misericordia…
quanti ogni giorno
vanno all’inferno!!!


 ☩︎

Introduzione
1. La domanda dell’uomo e la risposta della fede.
2. Fatti storici documentati che fanno riflettere.
3. La disperazione e i dolori sofferti dai dannati.
4. I peccati che regalano più clienti all’inferno.
5. I mezzi che abbiamo per non finire all’inferno.
6. Nella misericordia di Gesù è la nostra salvezza.
Pensiero finale.

sabato 23 novembre 2019

Affiliazione Libreria del Santo


Tempi fa decisi, su loro invito, di affiliarmi alla Libreria del Santo.

La Libreria del Santo è una pagina web dove si possono comprare attraverso un vasto catalogo online oltre 100000 prodotti selezionati: libri cattolici, testi sacri, articoli religiosi, oggetti sacri; video in Dvd, Canti liturgici, cd religiosi e tante altre cose…

Se una persona compra qualcosa entrando nella libreria attraverso il banner inserito qui sopra o cliccando sui link traccianti, maturerò delle provvigioni, che possono variare dal 6% al 15% in base alla tipologia di prodotto.
 
N.B.: Ogni visitatore che entrerà in LibreriadelSanto.it attraverso un link tracciante ipertestuale presente nel tuo sito verrà "marcato" come "inviato dal tuo sito".
Da quell'istante, e per un periodo di 30 giorni, qualsiasi acquisto effettuato su LibreriadelSanto.it dall'utente marcato ti verrà associato e maturerai le relative provvigioni.

 

Film - Costantino il Grande (1960)


All’abdicazione di Diocleziano e Massimiano i due Cesari Galerio e Costanzo Cloro, successori designati, divennero Augusti. Seguì allora un periodo di contrasti e di guerre intestine nel corso del quale si ebbero contemporaneamente sei imperatori: tre in Oriente e tre in Occidente. Costantino, figlio di Costanzo Cloro, torna a Roma dalle Gallie. Massenzio, figlio di Massimiano e fratello di Fausta, promessa sposa di Costantino, cerca di fare assassinare il rivale, ma la congiura fallisce e Costantino viene soccorso da alcuni cristiani. Nominato Augusto per le Gallie, Costantino sposa Fausta. Massimiano cerca a sua volta di assassinarlo ma, scoperto, si uccide. Proclamato imperatore dalle sue legioni, Costantino marcia su Roma e nei pressi del ponte Milvio sconfigge le armate di Massenzio. La notte prima della battaglia l’imperatore ha la visione della croce che gli darà la vittoria. Sconfitto il nemico, Costantino può riabbracciare la moglie e conoscere finalmente sua madre, Elena, che Costanzo Cloro aveva dovuto ripudiare perché cristiana.



ANNO
1960

PAESE



REGIA
Lionello De Felice

ATTORI
Massimo Serato, Fausto Tozzi, Belinda Lee, Cornel Wilde, Enrico Glori, Nando Tamberlani, Giuseppe Addobbati, Fedele Gentile, Carlo Ninchi, Ugo Sasso, Loris Gizzi, Elisa Cegani, Annibale Ninchi, Vittorio Sanipoli, Franco Fantasia, Lia Angeleri, Tino Carraro, Christine Kaufmann, Nando Gazzolo

San Tommaso d’Aquino - Conoscere la Verità


Conoscere la verità consiste nell'usare, o nell'esercitare la luce dell'intelletto: poiché secondo l'Apostolo, "tutto quello che viene manifestato è luce". Ora, qualsiasi uso implica un moto: prendendo il termine moto in senso lato, cioè nel senso che si applica, secondo le spiegazioni del Filosofo, anche all'intendere e al volere. Ma negli esseri materiali noi vediamo che per il moto non si richiede soltanto la forma che è il principio del moto, o dell'operazione, ma anche la mozione del primo motore. E il primo motore per gli esseri materiali è un corpo celeste. Cosicché, per quanto possa essere perfetto, il calore del fuoco non potrebbe alterare senza la mozione del corpo celeste. Ebbene, come è evidente che tutti i moti d'ordine fisico hanno nel moto di un corpo celeste il primo motore di ordine materiale; così tutti i moti, sia corporali che spirituali, hanno un primo motore assoluto, che è Dio. Perciò, una qualsiasi natura, sia materiale che spirituale, per quanto perfetta possa essere, non può compiere il proprio atto, senza la mozione di Dio. Mozione che però segue l'ordine della sua provvidenza, e non una necessità di natura come la mozione dei corpi celesti. E ogni mozione, non solo deriva da Dio come dal suo primo motore; ché da lui deriva anche ogni sua perfezione formale, trattandosi dell'atto primo. Perciò l'atto dell'intelletto e di qualsiasi ente creato dipende da Dio sotto due aspetti: primo, in quanto da lui riceve la forma in forza della quale agisce; secondo, in quanto da lui è mosso ad agire.
Ora, qualsiasi forma, posta da Dio nelle cose create, ha efficacia rispetto a certi atti determinati che corrispondono alle sue proprietà: ma oltre quelli non può arrivare senza una nuova forma supplementare; l'acqua, p. es., non può riscaldare, se non è riscaldata dal fuoco. Perciò anche l'intelletto umano ha una forma, cioè la luce intellettuale, che è di per sé sufficiente a conoscere alcuni intelligibili: vale a dire quelle realtà di cui possiamo formarci un'idea mediante le cose sensibili. Ma l'intelletto non può conoscere le realtà intelligibili superiori, senza una luce superiore, come potrebbe essere la luce della fede, o il lume profetico. E questa si chiama luce della grazia, perché viene ad aggiungersi a quella della natura.
Perciò si deve concludere che l'uomo, nel conoscere qualsiasi verità, ha bisogno dell'aiuto di Dio, perché il suo intelletto si muova ad agire. Ma non sempre ha bisogno di una nuova illuminazione, aggiunta a quella naturale; bensì soltanto quando si tratta di cose che sorpassano codesta conoscenza. - Tuttavia talora Dio istruisce miracolosamente qualcuno con la sua grazia, anche su cose che si potrebbero conoscere con la ragione naturale: come compie miracolosamente dei fenomeni, che la natura stessa può compiere. 

Dalla risposta  Iª-IIae q. 109 a. 1 co. della Somma Teologica di San Tommaso d'Aquino.


Lista Documentari Cristiano-Cattolici

180: Cambiare il Cuore di una Nazione

1000 Anni di Silenzio - I Certosini di Serra San Bruno 

Aborto: Il Grido Silenzioso 

Beata Chiara Luce Badano - Uno Splendido Disegno

Benedetto XVI. Ritratto di un Papa Tedesco

Benvenuti a Granada - San Giovanni di Dio

Capolavori delle Grandi Civiltà - San Pietro, nel Cuore della Cristianità 

Che Cosa Abbiamo Perso?

Codex Gigas, La Bibbia Del Diavolo

Da La Salette a Fatima...

Documentario su San Tommaso d'Aquino

Écône, Porte Aperte

Fatima: L'unica Chiave per Ottenere la Pace nel Mondo

Garabandal, Cascata Inarrestabile

Gesù di Nazareth - La Grande Storia

Ho Visto Dio in un Uomo: Il Curato d’Ars

I Passi del Silenzio - Camerino

I Segreti del Medioevo. Un Lungo e Misteriosi Capitolo della Storia

I Solitari di Dio (Vita dei Monaci Certosini di Serra San Bruno)

Il Crollo della Teoria dell'Evoluzione - La Verità della Creazione

Il Diario della Misericordia, Visioni e Profezie di Suor Faustina Kowalska

Il Grande Silenzio

Il Medioevo: I Cavalieri e le Armature

Il Medioevo: L'Epoca delle Cattedrali

Il Mito della Santa Inquisizione

Il Risveglio di un Gigante - La Vita di Santa Veronica Giuliani

Il Santuario della Santa Casa di Loreto (AN)

La Croce e la Spada - San Domenico di Guzmán

La Croce e la Spada - San Gennaro

La Croce e la Spada. San Nicola

La Croce e la Spada - Santa Caterina da Siena

La Croce e la Spada - Santa Rosalia

La Croce e la Spada. Sant’Ambrogio

La Storia della Vandea Francese

La Vera Storia di Santa Rita da Cascia

L'Isola dei Monaci

Lourdes, tra Fede e Scienza - La Grande Storia

Madre Teresa - Da Skopje a Calcutta

Madre Teresa, la Piccola di Dio

Monachesimo, Storie di Uomini e di Deserti

Monastero-Santuario Santa Gemma Galgani

Monsignor Lefebvre, Un Vescovo nella Tempesta

Monte Athos - I Segreti dei Monaci 

Padre Amorth - L'Esorcista

Padre Pio. La Storia di un Santo

Padre Pio, Storia di un Santo

Papa Pio XII, Pastor Angelicus

Paray-le-Monial: Il Sacro Cuore di Gesù (Santa Margherita Maria Alacoque)

Pellegrinaggio in Terra Santa. Una Guida alla Scoperta dei Luoghi della Fede

Quaerere Deum. I Monaci del Monastero di San Benedetto

Quel Giorno a Nazareth

Russicum

Sacerdoti per il Terzo Millennio

San Benedetto da Norcia

San Francesco di Sales: I Luoghi e il Messaggio

San Gerardo Maiella

San Leonardo Murialdo

San Massimiliano Kolbe: Solo l'Amore Crea

San Paolo. Apostolo delle Nazioni

Santa Caterina Labourè e la Beata Vergine Maria della Medaglia Miracolosa

Santa Gemma Galgani - Gemma di Dio 

Segnati da Dio: Anna Caterina Emmerick

Segnati da Dio - San Francesco d'Assisi

Segnati da Dio - San Giuseppe da Copertino

Segnati da Dio: San Pio da Pietrelcina

Segnati da Dio: Santa Caterina da Siena

Sentinelle nella Notte

 

In Aggiornamento...

 

giovedì 21 novembre 2019

Serie Tv - Gesù di Nazareth


Zeffirelli ripercorre i più importanti avvenimenti della vita del Messia: La natività, L'avvento del figlio dell'uomo, La scelta degli Apostoli, La predicazione, La passione e la morte, secondo i quattro vangeli e qualche episodio apocrifo. Quello che il regista intende far risaltare è soprattutto la figura di Gesù uomo, ben radicato nella realtà storica del tempo. Considerato da sempre un fiore all'occhiello dell'intera programmazione televisiva, il film coinvolge risorse intellettuali ed economiche d'importanza internazionale. Il cast è formato da attori di grande levatura, entusiasti di partecipare, anche in ruoli comprimari, ad un progetto di così ampia portata e spiritualità.

Il successo della serie valicò i confini nazionali dell'Italia tanto da avere - anche in virtù della coproduzione britannica - risonanza internazionale. Negli Stati Uniti TV Guide la definì "la miglior miniserie televisiva di tutti i tempi"


ANNO 
1977

PAESE
 



REGIA
Franco Zeffirelli

ATTORI
Anne Bancroft, Rod Steiger, James Mason, Olivia Hussey, Anthony Quinn, Ernest Borgnine, Valentina Cortese, Robert Powell, Laurence Olivier, Renato Rascel, Marina Berti, Regina Bianchi, Robert Beatty, Peter Ustinov, Claudia Cardinale, Glauco Onorato, Fernando Rey, Lee Montague, Michael York, Yorgo Voyagis, Cyril Cusack, Pino Colizzi, Ian Bannen, Christopher Plummer, Oliver Tobias, Isabel Mestres, Maria Carta, Antonello Campodifiori, Stacy Keach, James Farentino, Norman Bowler, Nancy Nevison, Ralph Richardson, Tony Vogel, Mimmo Crao, Ian Holm, Donald Sumpter, Renato Montalbano

Pella (Giordania) Rifugio per i Primi Cristiani

Scorcio degli scavi archeologici di Pella, città della Decapoli, attualmente sotto la sovranità della Giordania.

Durante la Guerra giudaica del 66 d.C. i cristiani di Gerusalemme fuggono, guidati dal loro vescovo Simone, e trovano riparo a Pella nella valle del Giordano.

Distesa in una conca tra le colline della valle del Giordano, a circa 70 chilometri a nord di Amman, Pella mostra i resti di una storia antichissima e significativa.

La posizione geografica particolarmente felice spiega il fatto che sia stata abitata fin dall’epoca neolitica, di cui sono stati ritrovati alcuni reperti conservati nel piccolo museo allestito all’ingresso del sito. Ancora oggi nella piana di Pella si possono vedere le sorgenti che danno origine al Wadi Jirm el-Moz, le acque cui attinsero i popoli che qui si stabilirono nei secoli.

Citata nei testi egizi sotto il nome di Pehel Fahl, fu rinominata Pella nel 310 a.C. dai greci provenienti dalla Macedonia che si stabilirono qui: scelsero di cambiarle il nome optando per quello della città macedone che diede i natali ad Alessandro Magno.

In effetti Pella fu un centro pieno di vita, notevole per i manufatti in ceramica e per gli scambi commerciali. Potenziò queste caratteristiche dopo la conquista romana ad opera di Pompeo e fu una delle città più fiorenti della Decapoli, come venivano indicate le dieci città di cultura romana e greca nell’area transgiordanica. Non si trattava di una «lega» ufficiale né di un corpo politico unitario, piuttosto di centri omogenei per lingua, cultura e struttura politica.

Le tracce storiche più spettacolari sono quelle del periodo greco romano: il tempio, il teatro costruito sul fianco della collina e le imponenti colonne della basilica bizantina.

Fu qui che si rifugiarono i cristiani di Gerusalemme durante la guerra giudaica del 66 d.C. ordinata dall’imperatore Vespasiano e proseguita dal figlio Tito: secondo quanto scrive lo storico Eusebio, i cristiani di Gerusalemme, temendo la distruzione della città ad opera dei romani, si rifugiarono in massa a Pella insieme al vescovo di allora, Simone.

domenica 17 novembre 2019

Lista Film Cristiano-Cattolici

7 Km da Gerusalemme (2006)

11 Settembre 1683 (2012)

Abramo (1993)

Agathae (Sant'Agata)

Agostino d’Ippona (1972)

Amerò Sempre (San Pompilio)

Andrej Rublëv (1963)

Apparizioni a Fatima (1991)

Arn: L’Ultimo Cavaliere (2007)

Becket e il suo Re (1964)

Bakhita (2009)

Bella (2006)

Ben-Hur (1959)

Bernadette (1943)

Bernadette (1987)

Ci Alzeremo all'Alba (2018)

Cielo sulla Palude (Santa Maria Goretti) (1949)

Costantino il Grande (1960)

Cronache di un Convento (1962)

Christus (1916)

Da un Paese Lontano - Giovanni Paolo II (1981)

Davide (1997) 

Davide e Betsabea (1951)

Don Bosco (1935) 

Don Bosco (1988)

Don Bosco (2004)

Don Camillo (1952)

Don Gnocchi - L'Angelo dei Bimbi (2004)

Duns Scoto (2010)

Erode il Grande (1958)

Ester (1999)

Ester e il Re (1960)

Fatima (1997)

Fiat Voluntas Dei (1935)

Fireproof - A Prova di Fuoco (2008)

Fratello del Nostro Dio (1997)

Fratello Sole Sorella Luna (1972)

Garabandal: Solo Dio Lo Sa (2020)

Genesi: La Creazione e il Diluvio (1994)

Geremia (1988) 

Giacobbe (1994)

Giuda (2001)

Giuseppe di Nazareth (2000)

Gli Uomini non Guardano il Cielo (1951)

Golgota (1935)

Giuseppe (1994)

I Dialoghi delle Carmelitane (1959)

I Dieci Comandamenti (1956)

Il Calice d’Argento (1954)

Il Cardinale (1963)

Il Cavaliere della Croce (Sant'Ignazio di Loyola) (1948)

Il Conflitto (1973)

Il Figlio dell'Uomo (1954)

Il Figliuol Prodigo (1955)

Il Grande Pescatore (1959)

Il Mago del Cielo (1949) 

Il Messia (1975)

Il Quarto Re (1988)

Il Re dei Re (1961)

Il Settimo Sigillo (1957)

Il Sole di Montecassino (1945)

Il Vangelo Secondo Matteo (1964)

Il Vecchio Testamento (1963)

Io Caterina (1957)

Jesus (1979)

Karol - Un Uomo diventato Papa (2005)

Katyń (2007)

L'Inchiesta (1986)

La Bibbia (1966)

La Grande Luce (Montevergine) (1939)

La Passione di Cristo (2004)

La Passione di Giovanna d'Arco (1928) 

La Più Grande Storia mai Raccontata (1965)

La Porta del Cielo (1945)

La Spada e la Croce (1959)

La Settima Stanza (Edith Stein) (1995)

La Strada di Paolo (2011)

La Storia di David (1960)

La Storia Di Gesù per i Bambini

La Vita e la Passione di Gesù Cristo (1903)

Lettere a Dio (2010)

Madre Teresa di Calcutta (2003)

Main. La Casa della Felicità (2012)

Manto Nero (1991)

Marcellino, Pane e Vino (1955)

Maria, Figlia del suo Figlio (2000)

Mater Dei (1950)

Mia

Molokai, l'Isola Maledetta (1959)

Monsieur Vincent (1947) 

Mosè (1995)

Nicola, lì Dove Sorge il Sole

Noi Peccatori (1953)

Nostra Signora di Fatima (1952)

October Baby (2011)

Opera Teatrale - Assassinio nella Cattedrale (San Tommaso Becket)

Ostrov (L’Isola) (2006) 

Otranto 1480

Padre Pio (1990)

Padre Pio - Tra Cielo e Terra (2000)

Piena di Grazia (2015)

Popieluszko. Non si può Uccidere la Speranza (2009)

Quo Vadis? (1924)

Quo Vadis (1951)

Salomone (1997)

San Francesco (2002)

San Francesco d'Assisi (1961) 

San Francesco di Paola (1992)

San Gabriele (2001)

San Giovanni. L'Apocalisse (1994)

San Giuseppe Moscati - L'Amore che Guarisce (2007)

San Paolo (2000) 

San Pietro (2005)

San Tommaso D'Aquino (1975)

Sansone e Dalila (1949)

Sansone e Dalila (1996)

Sant'Agostino (2009)

Sant'Antonio di Padova (1949)

Sant'Antonio Guerriero di Dio (2006) 

Sant'Ignazio di Loyola (2016)

Santa Barbara (2012)

Santa Faustina Kowalska (1995)

Santa Margherita da Cortona (1950)

Santa Maria Goretti (2005)

Santa Rita da Cascia (1943)

Santa Rita da Cascia (2004)

Santa Teresa d'Avila: il Castello Interiore (2015)

Saul e David (1965)

Se Non Avessi l'Amore (1991)

Secondo Ponzio Pilato (1987)

Suor Letizia, Il più Grande Amore (1956)

Suor Pascalina. Nel Cuore della Fede (2011)

Sodoma e Gomorra (1962) 

State Buoni Se Potete (1983)

The Gospel of John (Il Vangelo di Giovanni) (2003) 

There Be Dragons (Un Santo nella Tempesta) (2010)

Thérèse (Santa Teresa di Lisieux) (1986)

Tra Cielo e Terra (2000)

Un Uomo per Tutte le Stagioni (1966)

Uomini di Dio (2010)

Vision (Santa Ildegarda di Bingen) (2009)

 

In Aggiornamento...

 

 

LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online